Tag

, , , ,

sciarpe
Io apprezzo molto la moda del riciclo creativo, giuro. Mi piace proprio l’idea che le cose abbiano diverse vite. Ma avete mai provato a riciclare qualcosa seguendo il consiglio di certi siti o blog sedicenti ecologisti? La maggior parte delle volte per riciclare, si fa per dire, un portaombrelli, vi chiederanno di comprare altri 10 elementi, di alcuni dei quali molto probabilmente ignoravate fino a quel momento anche l’esistenza (voi, Amazon li conosce benissimo). Naturalmente metà di quegli elementi saranno venduti in confezione da 150 pezzi, anche se a voi ne servono solo 2. Così in casa avrete un nuovo utilissimo tavolino-portariviste al posto del vecchio e inutile portaombrelli, ma magari finirete per metterci al posto delle riviste le cianfrusaglie che avanzano dal riciclo creativo. Non è sempre così, lo so bene, ma capita.
Che bello invece quando arriva l’idea per riutilizzare gli oggetti così come la macchina o l’artigiano li ha fatti, senza aggiungere assolutamente niente. Un’idea come quella che mi ha fatto trasformare i vecchi anelli d’argento che stavano diventando neri di noia dentro una scatola in nuovissimi e vivacissimi fermasciarpa. Così, una a caso.