Che bello, Luca!

Che brutto, Luca 😔

BISUS

Che bello vederti così Luca! E che tenerezza la ragazza che ero, quella che dopo l’eliminazione da Italia ’90 ti scrisse quella lunga lettera per consolarti. Avevo vent’anni ed ero fin troppo seria, non un’adolescente fanatica, ma non sopportavo di aver letto sui giornali che ti sentivi di venir fuori da quei mondiali “finito come calciatore e come uomo”. Mi sembrava una cosa troppo triste e il bisogno di scrivere parole di conforto era stato impellente e più forte della consapevolezza che comunque ti saresti potuto permettere un buon analista. Scrissi di getto e andai al piccolo ufficio postale dove mi accolse l’unico impiegato, ormai abituato ai singolari destinatari delle mie lettere. Un giorno dovetti pure spiegarglielo che ero un’attivista di un’associazione e che scrivevo ai capi di stato per chiedere loro di rispettare i diritti umani nel loro paese. Il fatto è che non era una persona particolarmente brillante…

View original post 55 altre parole

A letto senza cena

Con fratellominore si parla dei libri che amava da piccolo e ovviamente salta fuori "Nel paese dei mostri selvaggi" (ha 14 anni, lo ha letto più volte fino ai 5, credo) Lui - I mostri selvaggi erano "la vera dritta", lo avevano mandato a letto senza cena...Io - Si ma poi?Lui - E poi lui … Leggi tutto A letto senza cena

Il tempo che cura

Ho sempre creduto di essere una persona abbandonabile, forse perché in realtà, da concentrato di ansie quale sono, abbandonavo io per prima. Ci sono sempre stata (credo, spero) per chi aveva bisogno, ma è il tempo “vuoto” quello che ho iniziato presto a lesinare fino a ridurlo quasi del tutto con l’arrivo dei figli. Mi … Leggi tutto Il tempo che cura

Che bello, Luca!

Che bello vederti così Luca! E che tenerezza la ragazza che ero, quella che dopo l’eliminazione da Italia ’90 ti scrisse quella lunga lettera per consolarti. Avevo vent’anni ed ero fin troppo seria, non un’adolescente fanatica, ma non sopportavo di aver letto sui giornali che ti sentivi di venir fuori da quei mondiali “finito come … Leggi tutto Che bello, Luca!

I segni che mancano (sulle scarpe, ma non solo)

Mentre ritiro le scarpe che fratellomaggiore ha lasciato per l'ennesima volta in giro, resistendo alla tentazione di piombare in camera e ribadire il concetto davanti al professore di matematica, mi colpiscono vari pensieri.Pensiero 1: cosa ci fanno le sue scarpe in giro visto che è impossibile che sia uscito? La domanda ovviamente è retorica, perché … Leggi tutto I segni che mancano (sulle scarpe, ma non solo)

Ho deciso. Strategie per resistere alla paura del covid e dei pigiami a fiori color glicine.

Ho deciso di essere positiva, anzi costruttiva che di questi tempi suona meglio. Ho deciso che vivrò nel presente, nel qui e ora, che non vivrò nella paura del primo starnuto o del primo colpo di tosse che bloccheranno tutta la famiglia a casa. Anche perché starnuti, colpi di tosse e difficoltà respiratorie sono il … Leggi tutto Ho deciso. Strategie per resistere alla paura del covid e dei pigiami a fiori color glicine.