Battendo quattro volte le mani

Turlututu (1)

Nei libri per bambini di Hervé Tullet, quelli che hanno come protagonista Turlututu, il simpatico alieno con un enorme occhio al posto della testa invita i bambini ad essere protagonisti delle storie, a far succedere delle cose. Agitando il libro possono mescolare i colori e dopo aver dipinto possono far asciugare la pittura soffiando. E se la notte sembra troppo buia fuori e dentro le pagine, basta battere quattro volte le mani, girare pagina ed ecco una bellissima notte stellata.
Ecco, certi giorni vorrei che fosse così semplice, come battere quattro volte le mani e voltare pagina.
Per esempio quando rientro a casa molto provata da una dura giornata di lavoro e lui ignaro della mia vita segreta da supereroina a combattere mostri con nomi terribili come “scadenza” (altro bellissimo libro per bambini La vita segreta delle mamme) mi accoglie con un “Mamma allora andiamo a Roma? Hai prenotato l’aereo? Hai promesso!”
Clap clap clap clap… giro pagina e già lo vedo Turlututù che viene a prenderci con la sua astronave.

Advertisements

15 pensieri su “Battendo quattro volte le mani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...