Tag

, , ,

Red-Fox-Kit
Ci sono cose che appena finito di dirle mi sento credibile come una volpe vegana.
Chi se ne frega. Tutte le volte in cui lo dico mi importa eccome, perché sostanzialmente sono una cui importa sempre di tutto.
Ci pensiamo domani. Può essere vero solo quando lo dico a mezzanotte meno un minuto. In realtà ci rimugino buona parte della notte.
Tranquillo (detto al marito) sono cose normali per un bambino. E qui la volpe è vegana e pure attivista per i diritti dei pennuti. Perché quando ci sono di mezzo i miei figli l’aggettivo “tranquilla” (con tutto il rosario di sinonimi) riferito a me può benissimo sostituire “ghiaccio bollente” come più banale esempio di ossimoro.
Uno di questi giorni. No, quando lo dico non è mai uno di questi giorni. O lo faccio subito o non lo faccio per niente. O magari lo faccio solo dopo che il tempo ha nutrito i miei sensi di colpa facendoli diventare ipertrofici. Ma mai uno di questi giorni.
Non mi devo fare coinvolgere troppo. Il fatto è che io sono costituzionalmente coinvolta.
Secondo me dovresti andare a sinistra. Lo so benissimo io e lo sanno tutti in famiglia e oltre che le possibilità che io azzecchi un’indicazione stradale sono prossime allo zero. La maggior parte delle volte non so nemmeno qual è la sinistra. Però è più forte di me, non resisto. Ci devo provare.
Posso aspettare. E posso fare un sacco di altre cose se non ho altra scelta.
No, di scarpe non ne ho bisogno, non le devo nemmeno guardare. …