Tag

, , ,

bilancia-700x295
Nei periodi di stress, si sa, il rischio è quello di accumulare fino a quando si supera il limite e si finisce con lo sfogarsi su qualche povero incolpevole. O comunque sulle persone che ci stanno intorno. Certo, è solo uno sfogo momentaneo, poi passa, lo capiscono anche i bambini ormai, non c’è bisogno di farla tanto lunga. E’ che io mi detesto proprio quando capita. Mi vedo come dal di fuori, bruttissima strega descritta da uno sguardo bambino. Lo so, lo so, continuo a farla lunga e tra l’altro leggo troppi libri per ragazzi. E’ vero, ma non ha importanza perché ormai ho intravisto una soluzione: la bilancia che sta fuori dalla parafarmacia del centro commerciale dove trascorro almeno una pausa pranzo alla settimana. Sarà lei il mio antistress. Non posso promettere di andarmene in giro con un martello, ma qualche colpo ben assestato della mia pesantissima borsa non glielo leva nessuno. Tanto più che non è nemmeno una povera incolpevole, ché gliel’ho ripetuto un sacco di volte con garbo che “no, non lo voglio conoscere il mio peso ideale!” Ma lei niente, insiste e allora… Towanda!!!!