Tag

, ,

poltrona-massaggio-cuoio-64244-1621829

Non è che io proprio non tolleri il dolore fisico. Ho affrontato coraggiosamente due lunghi travagli e un complicatissimo parto senza anestesia, per dire.  Vorrei farvi presente dunque che non sono proprio una lagnosa pappamolle, ma più che a voi vorrei farlo presente alle persone che erano al centro commerciale oggi e mi hanno sentito urlare quando quella maledetta poltrona massaggiante mi ha artigliato i polpacci con le sue sadiche ganasce d’acciaio. Secondo me era proprio guasta, c’era qualcosa che non andava e l’ho ripetuto più volte al marito che se la godeva nella poltrona di lato alla mia. Gliel’ho detto prima a denti stretti e poi proprio urlando di dolore che la mia era una poltrona da amputazione più che da massaggio, ma lui ovviamente non mi ha creduto. Il fatto è poi che non volevo nemmeno dargliela vinta (alla poltrona mostro, non al marito) e rinunciare così senza combattere ai miei amati arti inferiori. Per cui ho pure cercato di divincolarmi peggiorando la situazione. Si, lo ammetto, non dovevo essere un bello spettacolo, soprattutto agli occhi di chi al posto dell’orribile creatura trita arti continuava a vedere una normalissima poltrona da massaggio (magari con un’orribile creatura indemoniata che si agitava sopra). Ma tant’è, è andata anche questa e in fondo posso ancora camminare, il che è decisamente più di quanto sperassi solo mezz’ora fa. State certi però che se mai dovessi commettere un atto di vandalismo nella mia vita, sarà contro una di quelle poltrone.