Valencia anche senza paella

C’è una cosa che a noi non è data, né da viaggiatori né da stanziali: godere di un buon pasto seduti tutti e 4 insieme intorno al tavolo di un ristorante. I motivi non si possono spiegare qui senza trasformare questo post in qualcosa di molto diverso da quello che intende essere, ma di fatto è una cosa che non abbiamo mai potuto fare, e per motivi più complicati di semplici capricci infantili. D’altra parte la sorte è stata prodiga di altre benedizioni e quasi riusciamo a perdonarla per questa pecca, ma ogni tanto, specie in vacanza, ci caschiamo nel vortice risucchiante del “come avrebbe potuto essere” e rischiamo di rovinare tutto.
È successo anche stavolta nel nostro breve viaggio a Valencia, perché che fai? Vai a Valencia e non ci provi a mangiare la paella? E si che ci provo e scelgo il posto che sembra giusto e pago pure una bella cifra per una cena che devo lasciare a metà. E giù nel vortice. E mi faccio frullare per bene mentre mi si riempie la testa di visioni caleidoscopiche di bambini che si abbuffano sereni, mentre i genitori si godono le portate e chiacchierano incuranti di loro. Poi però senza che niente fuori si muova tranne la coscienza riesco anche stavolta a venirne fuori. E riusciamo insieme ad attivarlo quel benedetto piano B che per noi ormai dovrebbe essere la modalità predefinita. E riusciamo a godercela lo stesso. Perché Valencia è paella, ma è anche l’Oceanografico, la Città delle Arti e della Scienza, Il Bio Parco e ancora le chiese gotiche, i parchi, il Mestalla. È l’entusiasmo dei figli alle stelle. E’ fratellomaggiore che vorrebbe portarmi a Gulliver Park, perché anche mamma deve vedere qualcosa che desidera veramente. È fratellominore che mi prende per mano e mi guida fuori dal tunnel dei serpenti, ché ovviamente gli occhi non li apro nemmeno morta. Ed è ottimi panini al prosciutto che io e il marito possiamo mangiare mentre passeggiamo per la città, che a cercare di togliere tensione ai pasti siamo abbastanza allenati, ma rimanere a stomaco vuoto ancora ci riesce difficile.

3 pensieri su “Valencia anche senza paella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...