Tag

, , , , ,

xmas treeEccolo qui, sbrigata anche quest’anno l’incombenza albero. Incombenza piacevole, per carità, ma pur sempre tale. D’altra parte come potrebbe essere diversamente se da circa 10 giorni mi sento ripetere più volte al giorno “mamma, facciamo l’albero?” con effetto stereo (fratellomaggiore in un orecchio e fratellominore nell’altro)? E allora, dal momento che “tradizione vuole” che l’albero venga fatto l’8 dicembre, finalmente l’abbiamo fatto anche noi. Quale sia questa tradizione che vuole così francamente lo ignoro, perchè a casa mia l’albero quando ero bambina non si faceva, ma a me non dispiace ogni tanto accogliere le tradizioni degli altri. Una tradizione nostra cui abbiamo deciso di essere fedeli da 9 anni in qua, da quando cioè abbiamo iniziato a fare l’albero insieme a fratellomaggiore, è invece quella di sottrarci a qualsiasi criterio di stile: se cercate l’albero solo verde e argento o rosso e oro o con prevalenza di bianco shabby, o di qualunque combinazione di colori imponga la moda di quest’anno, ecco, fate prima a passare alla Rinascente, perchè da noi non lo trovate di sicuro. Sul nostro albero si trova di tutto, dall’angioletto senza un’ala che avevo comprato per il primo Natale in casa nostra, al babbo natale delle sorprese Kinder, ai lavoretti fatti dai bambini nel corso degli anni. L’anno scorso ho beccato perfino un Jack Sparrow in versione Lego che si arrampicava sul filo delle luci, perfettamente a suo agio. Qualcosa mi dice che nell’albero stile Rinascente non si sarebbe trovato così bene.