Tag

, , , , ,

Ormai domani sono 9 e quasi mi verrebbe da dire ancora una volta “sembra ieri”, ma a pensarci bene non sembra affatto ieri, sembra trascorsa una vita da quando sei venuto al mondo in modo che definire complicato è decisamente una semplificazione. Sembra trascorsa una vita da quei momenti di paura il cui ricordo pensavo non sarebbe mai svanito e invece si che è svanito, o non è più così forte o comunque non fa più paura. E infatti non so nemmeno perchè ne sto parlando ora, perchè in realtà in questo post volevo pescare a caso solo 9 ricordi belli, 9 ricordi piccoli piccoli per festeggiare questi 9 piccoli immensi anni.

1. Quando, trascorsa qualche ora dal parto, ho accettato di tenerti tra le braccia e ho realizzato in pieno che stavi benissimo ed eri bellissimo (questo non poteva mancare).
2. Quando piccolissimo ballavi e cantavi a squarciagola con zio Bruce “Pay me my money down”.
3. Quando al secondo boccone di sformato di zucchine io già cantavo vittoria e preparavo il terzo quasi commossa e tu mi blocchi con con un sorrisetto diabolico “E no, ora ve lo mangiate voi, perchè a me fa proprio chifo! E l’ho assaggiato due volte!” (“Non puoi dire che non ti piace senza assaggiare” era il mio cavallo di battaglia e tu l’avevi azzoppato senza pietà)
4. Quando, arrabbiato con me perchè mi rifiutavo di comprarti una pistola giocattolo, volevi chiedere a Babbo Natale di portarmi “un regalo piccolo piccolo… e di ceramica!” (così si sarebbe rotto in fretta).
5. Quando sei venuto da noi con il tuo dalmata gonfiabile dicendo “questo è Pongo, mio fratello” (e forse in quel momento ho capito che avrei anche potuto vincere la paura o comunque gettare il cuore oltre l’ostacolo e provare a darti un fratellino o una sorellina…)
6. Quando volevi portare a casa tuo fratello dall’ospedale, perchè non ne potevi più di vederlo “solo in quella specie di negozio”
7. Quando ti sei emozionato per delle penne nuove perchè scrivevano benissimo (e la faccia di tuo padre mentre dice “ma… è uguale a te!”)
8. Quando ti sei messo a piangere perchè Del Piero andava via dalla Juve (e la mia faccia mentre dico a tuo padre “ma è uguale a te!”… faccia un po’ più storta di quella di tuo padre per le penne, devo ammetterlo).
9. Ieri. Quando mi hai ricordato da dove viene la parola “ghetto”. E io davvero non me lo ricordavo. Perchè ormai a 9 anni l’hai capita bene l’importanza di ricordare qualcos’altro oltre al tuo compleanno il 27 gennaio.