Tag

, , , , , , ,

Tom SawyerEcco, di quella bellissima sensazione che provo in biblioteca quando mi chiedono Tom Sawyer, di questo ho bisogno. E non è la soddisfazione di sapere che i ragazzini lo leggono ancora, perché spesso è una scelta che subiscono e il loro ruolo attivo è limitato alla scelta dell’edizione più ridotta. No, è la sensazione che provo nell’andare a colpo sicuro, la consapevolezza del fatto che potrei alzarmi quasi ad occhi chiusi, dirigermi allo scaffale, allungare la mano all’altezza giusta e afferrarne una copia. Perchè per quanto i ragazzini si divertano a mettere sottosopra la biblioteca, almeno una copia di Tom Sawyer di solito resiste al suo posto. In casa, invece, grazie alla mia (nostra) capacità di sostare nel disordine mi sembra di perdere infiniti istanti preziosi a cercare (e magari ricomprare) cose che non trovo. Ecco perchè credo sia di nuovo il momento del decluttering. Un decluttering natalizio, in edizione speciale, così magari ci liberiamo anche di un po’ di fardelli emotivi prima del nuovo anno. Pronti con le tre scatole e pennarello gigante: scatola 1 cose da gettare via, scatola 2 cose da regalare, scatola 3 cose da conservare, si comincia. Alla fine nella scatola delle cose da gettare cercherò di buttare anche il terrore delle festività natalizie di questi ultimi anni. E se magari durante il decluttering viene fuori anche un pochino del senso di aspettativa e di gioia che provavo da bambina, giuro, questa volta lo chiudo nella scatola delle cose da conservare e lo sigillo per bene. Prima però ne metto un pochino anche tra le cose da regalare.